Menu Chiudi

Recensione detersivo piatti solido Officina Naturae

Recensione detersivo piatti solido Officina Naturae

E’ entrato in casa mia da qualche tempo e, dopo averlo studiato un po’, è entrato ufficialmente a far parte di quei prodotti che “mai più senza”. Eccoci quindi con la recensione detersivo piatti solido Officina Naturae.

La mia recensione detersivo piatti solido

Partiamo come per tutte le nostre recensioni dal packaging. Un involucro di cartoncino riveste il nostro sapone, quindi una confezione completamente riciclabile; ma non vi era alcun dubbio che Officina Naturae facesse qualcosa di diverso, è la confezione perfetta.

Apriamo poi il nostro cartoncino e, la prima cosa che notiamo è il profumo. Io ho scelto il detersivo alla menta ma è disponibile anche all’arancio dolce e il profumo è davvero buono e non artificiale, si capisce proprio perché non è esagerato ma delicato e non “chimico”.

Poi la forma, menta abbiamo un bel cubo verdino e arancio dolce un bel cilindro arancio, oltre al profumo è anche bello da vedere che non guasta mai.

Io ho acquistato insieme al sapone anche la spazzola con le setole in tampico (presente anche in versione con il manico) sempre di Officina Naturae per godermi appieno l’esperienza e anche qui non tornerei più indietro. Comoda, pulisce bene senza rigare nemmeno le superfici antiaderenti, si tiene bene in mano, non è troppo grande e fa più che egregiamente il suo lavoro.

Come è fatto

Partiamo dicendo che il detersivo solido per i piatti è un vero e proprio detersivo concentrato. Ne serve quindi una piccola quantità per lavare bene e una gran quantità di stoviglie. Una “saponetta” di detersivo da 180 gr sostituisce ben 2 flaconi da 1 lt di detersivo liquido. Se pensiamo quindi al suo trasporto e allo stoccaggio, il detersivo solido vince a man bassa contro quello in flacone.

La formula non contiene conservanti, coloranti e profumi di sintesi ma olio essenziale che profuma in maniera gradevole il tutto. Contiene poi ingredienti emollienti perfetti per proteggere le mani durante il lavaggio (qui riporto la testimonianza di un’amica e cliente che ha sempre avuto problemi con i detersivi per piatti perchè le si lacerava la pelle dopo l’uso. Ho voluto farle provare questo, alla menta nel formato piccolino e mi ha riferito che, oltre ad essersene innamorata per il profumo e il grado di pulizia, le mani le sono rimaste perfette).

Come si usa

Il detersivo solido è molto semplice da usare. Strofiniamo la spazzola o una spugnetta umida direttamente sulla superficie del nostro sapone, si formerà immediatamente una bella schiuma che è sufficiente per lavare parecchie stoviglie. Serve poco prodotto ma con una resa molto alta. In questo modo non avremmo necessità di “sprecare” troppo prodotto e la sua durata lieviterà nel tempo.

Poi laviamo le nostre stoviglie come faremmo normalmente. Noteremo da subito che la capacità lavante è altissima ma soprattutto, cosa notata da me ma soprattutto da chi l’ha provato, è il suo potere sgrassante sulle pentole che è ineguagliabile. Io ho provato ad utilizzarlo su piatti e pentole dopo aver cucinato il pesto, che rilascia tantissimo olio. Il risultato sono state stoviglie perfettamente sgrassate e brillanti.

Alla fine del suo utilizzo possiamo riporre il sapone su un porta solidi oppure su una superficie drenante in modo che non rimanga bagnato e si consumi in fretta.

 

Arrivata alla fine di questa recensione non posso fare altro che consigliarlo a chiunque perché vale davvero la pena e i risultati sono davvero straordinari.

Condividi questo post

Please follow and like us:
Pin Share