Menu Chiudi

Letture “green”

Letture "green" per cambiare il mondo

copertina post blog libri

Lo sappiamo bene che leggere è il modo più semplice per informarci. E ormai abbiamo capito che se vogliamo avere un’idea chiara di quello che sta succedendo e di quello che ci circonda, dobbiamo leggere. Ci sono tantissimi testi che possiamo leggere. Ve ne voglio consigliare oggi un po’. Sono tutti libri che ho, alcuni sono in lettura e altri sono in attesa di essere letti. Continuerò ad aggiornarli ogni volta che ne leggerò uno. Intanto ecco un po’ di titoli.

E se non avete molto tempo da dedicare alla lettura ma avete comunque voglia di documentarvi ed informarvi, esistono alcuni libri in formato audiolibro che sono comodi da ascoltare mentre siete in auto per andare al lavoro, mentre cucinate, mentre fate qualunque cosa vi permetta di ascoltare. Io spesso faccio così.

Rifiuti addio

Perché prevenire è meglio di riciclare. Manuale pratico per una vita “zero waste”.

Un libro diviso in 2 parti. Nella prima parte le autrici ci danno informazioni e numeri sui rifiuti, perchè quando finiscono nell’immondizia automaticamente ci dimentichiamo di loro e di cosa succederà. Ma i rifiuti danneggiano irrimediabilmente l’ambiente e la nostra salute e dobbiamo iniziare a cambiare rotta.

E quindi nella seconda parte ci guidano attraverso consigli pratici su come eliminare o comunque ridurre i rifiuti dalla nostra vita. 

Perchè non basta più riciclare, dobbiamo prevenire!

Plastica addio

Fare a meno della plastica: istruzioni per un mondo e una vita “zero waste”.

Un libro che ci racconta la storia della plastica, ci spiega di quanto questo potente simbolo della nostra epoca, stia mettendo a serio rischio le nostre vite attraverso l’inquinamento da plastica, le microplastiche disperse nei mari, i rifiuti plastici che non vengono riciclati.

La soluzione è non produrre più plastica, soprattutto quella usa e getta e iniziare a liberare le nostre vite da questa plastica.

Un manuale teorico prima e pratico poi per aiutarci ad affrontare un grande cambiamento che è quello di dire addio alla plastica!

Possiamo salvare il mondo, prima di cena

Un libro che sto amando per i modi di metterci davanti ad un fatto palese: non vediamo l’inquinamento e quindi non c’è l’inquinamento. Un po’ come “occhio non vede, cuore non duole”.

Nonostante i cambiamenti climatici, nonostante la crisi climatica, nonostante le nostre menti abbiano elaborato il fatto che se non cambiamo qualcosa, questo mondo ci inghiottirà, ci ostiniamo a non credere. E non credendo, non riusciamo ad agire.

Un libro pieno di esempi, di storie di vita, storie reali, storie bibliche, dati scientifici e anche un po’ di futuro che ci farà convincere che possiamo fare qualcosa, dobbiamo fare qualcosa.

Scegliere il futuro

Pianeta Terra, anno 2050. Le nazioni non hanno mantenuto gli impegni presi, le emissioni di carbonio non sono diminuite e il riscaldamento globale ha reso il mondo un posto invivibile, scosso da rivolte politiche e fenomeni naturali catastrofici. Questo scenario può ancora essere evitato. Attraverso un’analisi dei rischi, delle possibilità che ci restano e un decalogo di attivismo civico, Christiana Figueres e Tom Rivett-Carnac, artefici dell’Accordo di Parigi del 2015, delineano le basi per salvare il pianeta e scegliere così il futuro che ci aspetta. Di fronte a una situazione ogni giorno più fosca, l’alternativa per la sopravvivenza del pianeta passa dalla consapevolezza che è arrivato il momento di cambiare le nostre abitudini, di pensare al nostro mondo come a un complesso sistema in cui è necessario fare la propria parte. Sopravvivere alla crisi climatica è possibile, ma dipende da molti fattori, primo tra tutti il nostro agire responsabile.

Il cibo che ci salverà

Questo libro dimostra quanto sia indispensabile una svolta ecologica a tavola per aiutare la terra e la salute. Per salvare l’ambiente non basta più andare in giro in bici, comprare un’auto ibrida e ricordarsi di spegnere le luci. Non è sufficiente pensare solo a petrolio e carbone. Come avverte l’ONU, il riscaldamento globale non potrà arrestarsi senza modificare il sistema alimentare, da cui dipende un terzo delle emissioni di gas serra, responsabili dell’aumento delle temperature. 
Cinque le diete proposte, sia ecocarnivore sia vegetali, capaci di mitigare le emissioni inquinanti e di migliorare la linea e la nostra salute. Centinaia le risposte offerte alle curiosità sull’impatto degli alimenti, dagli allevamenti intensivi alla pesca, dalla coltivazione dell’avocado ai prototipi di bistecca sintetica. Siamo quello che mangiamo e quello che mangiamo può cambiare il mondo.

Mettete orti sui vostri balconi

Mettete orti sui vostri balconi è un libro per diffondere la cultura dell’orto, anche in città. Il concetto è semplice: si può coltivare ovunque, anche in città, senza un pezzo di terra a disposizione. Non ci sono scuse per non farlo.

Naturalmente non è un libro filosofico, si tratta di un manuale pratico di orto sul balcone, pieno di spunti concreti

Un libro pieno di spunti pratici, attività da fare con i bambini, attrezzatura. Un libro che ti fa venire voglia di mollare tutto e andare a sperimentare con la terra.

Vestire buono, pulito e giusto

Che cos’è la fast fashion? Quali squilibri ha portato all’interno del sistema moda? Come incinde sull’ambiente e su un giusto riconscimento del lavoro? Perché più della qualità dei materiali contano il marchio e il packaging?

Dario Casalini ci racconta un’alternativa possibile, quella della slow fashion. Partendo da un’analisi documentata sui processi dell’industria tessile e sull’impatto ambientale, l’autore va alla ricerca di un nuovo paradigma che possa unire bellezza e utilità, salvaguardando anche la nostra salute.

Se un’economia sempre più vorace vorrebbe indurci ad ammucchiare vestiti su vestiti, in questo libro si traccia un quadro ragionato dei tanti aspetti da prendere in considerazione per comprendere quanto possiamo fare la differenza scegliendo i capi di abbigliamento da mettere nel nostro guardaroba. 

Please follow and like us:
Pin Share