Menu Chiudi

Come si usa lo shampoo solido?

shampoo solido

Lo shampoo solido (e il balsamo insieme a lui) sono diventati un must have nella casa di ogni persona che è anche solo un po’ attenta alla propria sostenibilità ambientale e che vuole trasformare il suo bagno, in un bagno plastic free. Ma prima di rispondere alla domanda “come si usa lo shampoo solido”, partiamo un po’ dalle basi.

Noi usiamo shampoo e balsamo solidi da un paio di anni e mai più potremmo tornare indietro perché è stata la rivoluzione sia per i rifiuti che per i nostri capelli.

Ma vediamo insieme intanto perché scegliere un prodotto solido al posto di uno liquido e poi come utilizzarli.

Perché scegliere un cosmetico solido?

I motivi per cui optare per un prodotto cosmetico solido anziché liquido sono innumerevoli.

Partiamo dalla parte esterna dicendo che tendenzialmente i prodotti solidi sono confezionati con la sola carta/cartoncino. Quindi niente packaging in plastica inquinanti e spesso e volentieri anche inutili.

Poi abbiamo un prodotto concentrato, non contenente acqua che quindi si conserva a lungo e soprattutto, cosa più importante, dura a lungo. Uno shampoo solido, se usato correttamente, può durare dei mesi (ogni shampoo ha un formato diverso quindi una durata specifica non può essere espressa ma ti accorgerai usandolo di quanto può durare).

Terza cosa da considerare è che i prodotti solidi sono piccoli, comodi quindi da trasportare, non corrono il rischio di aprirsi in valigia e sporcare tutto. Stanno ovunque e occupano pochissimo spazio.

Poi dobbiamo parlare del fatto che inquinano meno a livello di trasporto perché nello stesso spazio in cui vengono stoccati flaconi liquidi, ci stanno almeno 3 volte di prodotti solidi e questo permette di trasportare più pezzi per volta, evitando così diversi viaggi e quindi diverso inquinamento.

L’ultima cosa, ma non ultima è che, se scelto nel modo giusto, il cosmetico solido è ecologico, biologico, vegano e cruelty free (qui ovviamente dovete verificare con il produttore che sia veramente così) a garanzia del fatto che è veramente un prodotto in tutto e per tutto sostenibile.

Aggiungiamo poi una cosa importante: i vari brand si sono migliorati tantissimo negli anni e adesso esistono prodotti per ogni esigenza, per ogni tipo di capello, senza rischiare di acquistare un prodotto generico che poi magari non va bene per noi.

shampoo solido

Come si usa lo shampoo solido?

Eccoci alla parte clou di questo articolo: come si usa lo shampoo solido? Quando avevo lo store e vendevo anche io cosmetica solida, questa era una di quelle domande che mi veniva ripetuta sempre da chiunque comprasse uno shampoo solido.

Partiamo bagnando i capelli con l’acqua (e ricordiamoci che possiamo tranquillamente chiuderla durante lo shampoo). Poi abbiamo 2 possibilità per usare lo shampoo: o direttamente sui capelli o tra le mani.

Se vogliamo usare lo shampoo direttamente sui capelli ci basterà inumidire il nostro shampoo e passarlo strofinandolo sulla cute, sia in alto, che verso il collo. A questo punto frizioneremo delicatamente la cute come se stessimo usando un normalissimo shampoo liquido.

E qui l’altra domanda che arriva sempre: ma fa schiuma? Sì, lo shampoo solido fa schiuma ma molta meno rispetto alla sua versione liquida. Questo non è sinonimo di meno azione lavante ma semplicemente la schiuma è un effetto visivo che hanno gli shampoo liquidi per darci l’idea di lavare meglio i capelli (infatti uno shampoo, meno schiuma fa, meglio è). Quindi anche se notiamo meno schiuma rispetto al solito, continuiamo a lavare la cute come sempre.

L’altra alternativa è di inumidire lo shampoo con l’acqua, strofinarlo tra le mani e usare la schiuma formata per lavare la cute, proseguendo poi alla frizione della testa come sempre.

Alla fine del passaggio che avete scelto, sciacquate la testa normalmente.

Le prime volte che usate uno shampoo solido, non preoccupatevi se avete una sensazione diversa rispetto all’uso di quello liquido. E’ normale perché il capello si deve “disintossicare” dai prodotti utilizzati fino a quel momento. Qualche shampoo e vedrete tornare un capello ancor più bello di prima

shampoo solido

E se volessimo usare il balsamo dopo lo shampoo? Si usa nello stesso modo? No, ecco quindi come usare il balsamo solido.

Come si usa il balsamo solido?

Il balsamo, ancora di più dello shampoo, trova disaccordo tra chi lo usa: chi lo ama e chi non riesce assolutamente ad usarlo.

Partiamo quindi dai nostri capelli lavati con lo shampoo solido. A questo punto basterà strizzarli delicatamente rimuovendo l’acqua in eccesso, inumidire il balsamo con un po’ di acqua e passarlo direttamente su punte e lunghezze dei nostri capelli.

Il segreto arriva ora: lasciare in posa almeno 5 minuti il balsamo ci regalerà lo stesso effetto del suo omonimo liquido ma senza tutte le schifezze contenute nel secondo.

Più lasciamo agire meglio sarà quindi io consiglio, entrati in doccia di lavare immediatamente i capelli e poi passare a tutto il resto in modo che il balsamo abbia modo di agire.

Passato il tempo necessario possiamo passare a pettinare e poi sciacquare e asciugare i nostri capelli.

Una nota importante: anche se non vi sembra di avere messo niente sui capelli, non è così. Non essendo un prodotto liquido, non lo sentirete tra le mani nello stesso modo. Potrebbe sembrarvi di aver messo poco o niente prodotto ma non è così. Il segreto è appunto la posa.

Una piccola tip che potete sfruttare: se lasciate il balsamo in posa una quindicina di minuti con i capelli avvolti da un asciugamano, potrete avere un effetto maschera senza dover incorrere in prodotti commerciali con ingredienti di dubbia provenienza.

balsamo solido

Come conservare il mio solido?

Dopo aver risposto alle domande “come si usa lo shampoo solido? E il balsamo?” veniamo ad un altro importante quesito. Partiamo dicendo che la maggior parte dei marchi di shampoo e balsamo solidi ha pensato a delle soluzioni per conservare e trasportare i nostri solidi.

Ma non siamo obbligati sempre ad acquistare quando magari in casa abbiamo già la soluzione. Innanzitutto se abbiamo dei portasapone traforati sul fondo sono perfetti per tenerli vicino alla doccia.

La cosa più importante in assoluto per far sì che i solidi durino nel tempo è non lasciarli in un posto umido o che entra a contatto con l’acqua (quindi no nella doccia se il getto ci finisce sopra).

Possiamo, come vi dicevo, conservare i nostri solidi su un porta sapone o possiamo farne noi con dei tappi di sughero tagliati a metà ed incollati per formare un rettangolo oppure con un tappo di alluminio (quello delle marmellate per esempio) possiamo mettere intorno degli elastici che formano una grata su cui adagiare i nostri solidi. Le soluzioni non mancano, la cosa importante è lasciarli asciugare all’aria il più possibile.

La maggior parte dei prodotti solidi ha anche un cordino di rafia che si può usare per appenderli: in questo modo si asciugheranno perfettamente in ogni loro parte.

shampoo solido

Hai visto quanto è semplice utilizzare e conservare i prodotti solidi?

Please follow and like us:
Pin Share