Menu Chiudi

Bagno plastic free: i prodotti per iniziare

bagno zerowaste

Il bagno è uno dei luoghi di casa nostra da dove arrivano più rifiuti. Questo perché utilizziamo tantissimi prodotti in falconi di plastica e tantissimi prodotti usa e getta. Voglio quindi parlarti di quante cose possiamo cambiare per aver un bagno plastic free e quasi a rifiuti zero.

Partiamo dalla prima regola: finisci tutti i prodotti in flacone, tutti gli shampoo, balsamo, maschere varie, tutti i campioncini che ti riempiono i cassetti (sì lo so che ne hai tantissimi, chi non li ha?), cotton fiock usa e getta, qualunque cosa. E’ una cosa importante perché è davvero un peccato gettare via qualcosa di ancora utilizzabile solo perché non ecologico o senza plastica. Oltre ovviamente allo spreco economico.

Fatta questa premessa vediamo insieme come trasformare il nostro bagno, in un bagno plastic free in poche mosse.

bagno plastic free

10 prodotti per un bagno plastic free

1. Shampoo e balsamo solidi

Da quando li utilizzo non mi sento di consigliare niente di diverso. Sono comodi, semplici da usare, completamente senza plastica, durano tantissimo tempo e, se scelti bene, sono completamente ecologici.

Ci sono diversi marchi e diverse tipologie di shampoo e balsamo solidi e l’unico consiglio che mi sento di darti è di partire con il marchio che ti ispira di più e poi provarne diversi se non ti trovi bene con uno specifico. Questo perché ogni brand ha i propri ingredienti e le proprie formule quindi quello che per me è il prodotto perfetto, potrebbe non esserlo per te.

Come marchi da provare ho diversi consigli di brand che ho personalmente provato e con cui mi sono trovata (e mi trovo) benissimo: Senso Naturale, Officina Naturae, Ethical Grace, Queen’s Wood World.

Ma come si usano questi prodotti? Semplicissimo: si bagnano i capelli, si inumidisce lo shampoo o il balsamo e si passa direttamente sui capelli (shampoo sulla cute e balsamo su punte e lunghezze), oppure si crea della schiuma (per lo shampoo) tra le mani e la si passa sui capelli. Poi ci si comporta come con i prodotti liquidi. Il balsamo è consigliabile lasciarlo in posa almeno 5 minuti perché ovviamente è diverso da quello liquido. Per il resto funzionano alla stessa maniera e sono assolutamente efficaci.

La cosa importante alla fine del loro utilizzo è lasciarli asciugare all’aria e poi riporli o comunque non lasciarli in un ambiente troppo umido o addirittura a contatto con l’acqua. In questo modo dureranno tantissimo tempo.

cosmetici solidi

2. Bagnoschiuma solido

Anche per quanto riguarda la pulizia del corpo possiamo abbandonare (alla loro fine ovviamente) i flaconi di plastica pieni di prodotti super profumati e ingredienti dalla dubbia provenienza.

Anche in questo caso esistono diversi prodotti per l’igiene del corpo solidi quindi durevoli, concentrati, perfettamente plastic free ed ecologici.

Anche qui vi posso consigliare gli stessi marchi dei prodotti per capelli perché li ho provati e li trovo davvero ottimi. Mi voglio soffermare soprattutto sui prodotti di Senso Naturale perché per il corpo hanno diverse linee in modo da rispondere davvero ad ogni esigenza (balsami doccia per una pelle super idratata, argillose ideali anche per la rasatura, detergente scrub corpo per detergere e anche esfoliare).

3. Saponetta per le mani

Qui andiamo sui prodotti davvero basic: il sapone per le mani. Ci hanno inculcato nella mente che dobbiamo usare il sapone liquido per ogni esigenza perché la saponetta è meno igienica: niente di più falso.

La saponetta per lavare le mani è molto più igienica del dispenser del sapone liquido e oltretutto è un prodotto perfetto, senza plastica, senza imballaggio, comoda da portare ovunque e davvero durevole. Un must have che avevamo dimenticato nei meandri della mente ma che sta tornando in maniera dirompente nelle case di ognuno di noi.

COSMESI SOLIDA

4. Pulizia del viso

Anche la pulizia del viso è importante ed è giusto farla con i giusti prodotti per evitare di irritare la pelle e incorrere in problemi. Anche in questo caso possiamo puntare sull’utilizzo di prodotti solidi o perfettamente zero waste: esistono infatti prodotti per struccare, detergere, esfoliare, idratare completamente solidi o in confezioni completamente riciclabili o compostabili.

Capite quanto può fare la differenza rispetto a prima? Il solido è ecologico, plastic free, concentrato, dura una vita e risponde alle esigenze di chi vuole un prodotto che rispetti la propria pelle e anche l’ambiente. 2 piccioni con una fava. E il nostro bagno si trasforma pian piano in un bagno plastic free.

Come marchi posso sempre consigliarvi Senso Naturale (detergenti, scrub, sieri viso da utilizzare come una crema idratante), La Saponaria (struccante solido, detergente solido, scrub, maschere viso), Officina Naturae (detergenti viso).

maschera viso

5. Detergente intimo

Qui potremmo aprire un capitolo intero su questo prodotto. Fino a poco tempo fa sul mercato si faceva davvero fatica a trovare un prodotto che rispondesse alle perfette esigenze di una parte del corpo così delicata.

Si trovavano prodotti che però non rispettavano completamente il pH della pelle oppure che non erano solidi.

Adesso invece sono arrivati diversi prodotti solidi per l‘igiene intima che durano davvero tanto, concentrati, ecologici e con ingredienti naturali ma che soprattutto lavorano nel pieno rispetto del pH di una zona davvero importante e delicata del corpo.

Il detergente intimo solido che vi consiglio e di cui noi siamo innamorati è Wonder Woman” di Queen’s Wood World.

6. Spazzolino da denti in bamboo o con testina ricambiabile

Lo spazzolino da denti è quell’oggetto ovviamente indispensabile, che ogni 3 mesi circa va cambiato: se facciamo 2 calcoli sono centinaia e centinaia di spazzolini da denti per un’intera vita. E se potessimo evitarlo oppure se potessimo fare una scelta più sostenibile?

Ebbene qui le possibilità sono 2. La prima è scegliere uno spazzolino da denti in bamboo che andrà a finire nella raccolta del legno, nel camino, nell’umido se fatto in pezzi molto piccoli o nella compostiera. Le setole invece nella raccolta indifferenziata ma comunque, rispetto al gettarci un intero spazzolino direi che la differenza è molta.

Altrimenti possiamo optare per uno spazzolino con testina ricambiabile dove semplicemente sarà solo la testina e non tutto il corpo ad essere gettata nell’indifferenziata. In questo modo riduciamo drasticamente i rifiuti pro capite.

Io utilizzo spazzolini in bamboo di Hydrophil per tutta la famiglia e ci troviamo davvero bene.

spazzolino in bamboo

7. Deodorante solido o in crema

Eccoci ad un tema caldo: il deodorante. E’ uno di quei prodotti che ovviamente fanno parte della nostra quotidianità ma, e lo vedi tu stesso, quanti ne consumiamo in un anno? E la maggior parte sono in plastica e in più con ingredienti di dubbia provenienza o qualità.

Anche qui però abbiamo ben 2 soluzioni: il deodorante in crema o in stick di carta.

Il deodorante in crema è un prodotto che si trova in una confezione solitamente di alluminio o vetro, abbastanza solido da non sciogliersi ma anche compatto per permettere a chi lo usa di prelevarne la giusta quantità e di spalmarlo senza difficoltà nelle zone preposte.

Ci sono diversi marchi che fanno deodoranti in crema ma quelli che ho provato e vi consiglio sono di Officina Naturae e di Ben&Anna. Quello di Officina Naturae probabilmente è il più comodo perché ha una grana davvero fine ed impercettibile.

Se invece siete fan degli stick come qui in famiglia, Ben & Anna hanno la soluzione per voi: un deodorante ecologico, cruelty free e vegan in stick di carta. Da usare come un normalissimo deodorante da supermercato, comodo, lo si può portare ovunque e lo si trova in tantissime diverse profumazioni. Noi lo adoriamo e siamo dei veri fan di questo prodotto.

DEODORANTE PLASTIC FREE

8. Assorbenti lavabili, slip mestruali, coppetta mestruale

Bè, le mestruazioni fanno parte della vita di una persona per circa 40 anni. Proviamo a pensare a quanti assorbenti usa e getta, tamponi, abbiamo utilizzato e potremmo utilizzare, se non cambiassimo prospettiva.

Invece siamo fortunati e il mercato ci offre davvero tante diverse soluzioni per un ciclo mestruale plastic free e zerowaste.

Il primo cambio che possiamo fare, quello più semplice, è in favore degli assorbenti e salvaslip lavabili. Sono identici agli usa e getta ma sono in cotone/bamboo con una parte assorbente all’interno e una impermeabile a contatto con lo slip per evitare ovviamente perdite. Esistono tante diverse misure per venire incontro alle esigenze di tutte e ai flussi diversi che possiamo avere.

Un’altra soluzione che so per certo essere ottima ma che ancora personalmente non ho provato sono gli slip mestruali. Dei comuni slip ma che assorbono il flusso mestruale facendoci dimenticare di avere le mestruazioni. Hanno una potenza assorbente davvero alta e chi le usa si trova divinamente.

Esistono poi i tamponi in stoffa ma non li ho provati e non saprei darvi un’opinione adeguata.

Ultima ma non ultima, la coppetta mestruale. E’ quell’oggetto che metto al primo posto nella lista dei prodotti zerowaste che consiglio perché mi ha cambiato la vita. Una coppetta che si inserisce in vagina e raccoglie il sangue mestruale fino a 12 ore, in pratica è come dimenticarsi di avere le mestruazioni. Bisogna prenderci un po’ la mano all’inizio ma quando si impara ad usarla, vi cambierà la vita.

Ne esistono di diverse dimensioni, tonicità, misure quindi è meglio informarsi bene prima dell’acquisto.

assorbenti lavabili

9. Rasoio di sicurezza

I rasoi usa e getta sono un oggetto davvero inquinante perché dura pochissimo e va gettato nell’indifferenziata.

La soluzione è un ritorno indietro nel tempo a quando i nostri nonni, papà e zii usavano i rasoi in metallo. Niente di più semplice. Del rasoio in metallo si getta via solo la lametta (nell’indifferenziata) evitando così un sacco di rifiuti. In più una lametta dura davvero moltissimo tempo.

Dopo averci preso bene la mano sarà facile per chiunque utilizzarlo, senza grandi rischi di tagliarsi.

Io lo uso da qualche mese ed è uno di quei prodotti che assolutamente consiglio per un bagno plastic free.

rasoio di sicurezza

10. Cotton fiock lavabili

E qui, con l’ultimo prodotto per il bagno, arriviamo al clou del nostro cambiamento. I cotton fiock sono un rifiuto devastante. Ce ne sono piene le spiagge, ce ne sono piene le acque dei mari e gli abitanti acquatici ne sono le vittime.

La soluzione da prendere in considerazione è il passaggio all’utilizzo di cotton fiock lavabili. Sono comodi, durano tantissimi anni e non dovremo più gettare ogni volta un cotton fiock nell’immondizia. Ve ne parlo in maniera approfondita in questo articolo dove vi recensisco i cotton fiock Lastwab.

cotton fiock lavabili

Hai visto che si possono utilizzare una quantità infinita di prodotti per trasformare il bagno da ricettacolo di rifiuti a bagno plastic free? Questi sono i 10 più importanti e facili da cambiare ma esistono praticamente soluzioni per ogni prodotto inquinante che abbiamo in bagno.

Buona transizione verso un mondo più pulito!

Please follow and like us:
Pin Share